L’uncinetto

La mia ricerca sull’uncinetto comincia! 🙂

Siete pronti a conoscere insieme a me tutto su di lui?

Allora partiamo, andando a conoscere più da vicino questo strumento

L’uncinetto è un bastoncino munito ad una estremità da un uncino (da qui deriva il nome) che serve per agganciare e guidare il filo.

Gli uncinetti più diffusi sono quelli in alluminio o plastica ma si possono trovare anche in altri materiali:

 

In che materiali sono fatti gli uncinetti

IN ACCIAIO – sono utilizzati per lavorare filati sottili di cotone o lino. Il filato scorre bene e la lavorazione non è faticosa così come per l’uncinetto in alluminio.

IN PLASTICA O ALLUMINIO – sono i più comuni e possono essere impiegati con un’ampia varietà di filati.

IN BAMBOO – sono molto leggeri.

Sono suddivisi in varie numerazioni che generalmente vanno da 0,6 mm a 15-20 mm, più è sottile l’uncinetto e più diminuisce la sua numerazione e viceversa.

(tratto dal web)

Di solito quelli più sottili sono in acciaio e alluminio; mentre quelli più grossi sono in plastica o in legno. Questo dipende dalla loro resistenza.

Gli uncinetti sottili servono per fare centrini, bordi, pizzi e bijoux, praticamente lavori delicati e da lavorare con cotone molto fine. Spesso presentano dei manici di plastica per favorire un’impugnatura migliore.

Gli uncinetti più grossi sono adatti per lavorare la lana, la fettuccia o cotoni di grosso spessore.

Poi ci sono anche gli uncinetti doppi o a due punte. Sono caratterizzati dall’avere alle estremità due uncini di diversa misura.

Gli uncinetti professionali presentano un’impugnatura facile e costituiscono un utile supplemento a un set di uncinetti.

 

 


Per la scelta dell’uncinetto, ci sono vari aspetti da considerare:

Innanzitutto ogni schema di lavoro fornisce la misura di uncinetto più adatta per un particolare progetto e poi, come accennato in precedenza, è molto importante il filato che si va a scegliere.

Sull’etichetta del gomitolo si legge quale uncinetto è adatto a quel filato.

Vediamo più da vicino un’etichetta di esempio:

 

L’esempio indica che l’uncinetto da utilizzare, per questo determinato filato, è dalla misura di 4 mm alla misura di 5 mm; quindi anche un uncinetto da 4,5 mm può andare bene.

L’altro aspetto da considerare, per la scelta dell’uncinetto è la comodità con cui lo si impugna.

Esistono in commercio, ma difficili da trovare, degli uncinetti ergonomici che hanno l’impugnatura in gomma o silicone, sono leggerissimi e comodi.

 

Vi consiglio di provare a maneggiare i diversi tipi di uncinetti, prima di acquistare quello più adatto. Una volta che avrai preso la mano, sarai tu stesso a scegliere l’uncinetto giusto per te!

Se ho dimenticato di aggiungere qualcosa sull’argomento, commentate qui sotto!


Consiglio: Per iniziare il mio studio sull’uncinetto, ho acquistato un libro fatto davvero bene e spiega nei dettagli i vari punti da lavorare: Scuola di uncinetto dalla A alla Z.(leggi l’articolo)


Questo articolo è stato utile?

View Results

Loading ... Loading ...

 

 

 

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.